Sconfinamenti

Introduzione

La sezione Sconfinamenti si inscrive armonicamente tra le possibilità di ‘dialogo’ offerte da questo portale dedicato al romanzo italiano contemporaneo, “genere plurimo, capace di annettere linguaggi diversi, che nella pratica di una scrittura impura, si contamina con altre forme del narrare, nutrendosene.” In continuità con quanto scrive Domenica Perrone nell’editoriale, è al dialogo tra generi letterari diversi, alla voluta ibridazione dei confini delle forme espressive che tale sezione si apre pensando altresì, insieme a Vargas Llosa, che il romanzo costringe a “dialogare” con gli altri esseri umani, fa maturare un “senso di appartenenza alla collettività umana attraverso il tempo e lo spazio”. Sconfinare significa allora alimentare scambi e interazioni con le culture e letterature europee -come dimostra l’esperienza del Progetto PEN (Portal on european novel) reperibile qui nella sezione risorse – e con le culture e letterature degli altri continenti. Da questa “finestra” si intende, infatti, interagire con un presente sempre più segnato dalla realtà della migrazione e dai suoi importanti risvolti letterari, restituendo il senso degli incontri, degli intrecci, della moltitudine di identità che agiscono sulla scena globale e sulla narrativa contemporanea, in maniera ora sinergica ora conflittuale.