Schegge Critiche

In questo spazio si ospitano interventi critici su questioni riguardanti il romanzo italiano contemporaneo e recensioni a opere italiane di saggistica di recente pubblicazione.

Prima di essere accolti nel sito “lo specchio di carta”, gli articoli verranno sottoposti al vaglio della redazione. Se vuoi inviare un intervento critico o una recensione destinata a “lo specchio di carta”, contattaci.

Nov 20

Sciascia e la cortina di ferro

Il 20 novembre 2016, ricorre il XXVII anniversario della morte di Leonardo Sciascia. Dopo che per anni la figura dello scrittore siciliano era stata marginalizzata, negli ultimi tempi la ristampa di molte sue opere e la cura con cui sono stati proposti altri suoi scritti inediti o poco noti hanno…... read more →
Lug 22

Storia della Sicilia. Pensiero e cultura letteraria dell’Ottocento e del Novecento, a cura di Natale Tedesco

(di SIRIANA SGAVICCHIA) «Attraverso Verga, Capuana, De Roberto, Pirandello, Rosso di San Secondo, Borgese, Quasimodo, Vittorini, Brancati, fino a Bonaviri, Cattafi, Tomasi di Lampedusa, Sciascia, Bufalino e Consolo – classici italiani che sono insieme classici siciliani - si può fare buona parte della storia della letteratura italiana moderna e contemporanea».…... read more →
Lug 22

Romanzo o saggio?

Non sei veramente fregato finché hai una buona storia e qualcuno a cui raccontarla. A. BARICCO – Novecento È proprio questo l’errore che hanno commesso la maggior parte dei romanzieri ; che a forza di inventare storie hanno finito per creare una natura umana che non somiglia per nulla a…... read more →
Lug 22

Cosa chiedere, oggi, al romanzo?

(di ANTONIO DI GRADO) Cosa chiedere, oggi, al romanzo? Gli abbiamo chiesto di tutto, di mettere ordine nel mondo o di mimarne il caos, di rifletterlo come in uno specchio o di smontarlo come un giocattolo, di fare propaganda o di esaltare l’orrore, di raccontarci la società o di inabissarsi…... read more →
Giu 22

Responsabilità del romanzo

Responsabilità del romanzo, di Giulio Ferroni Siamo ormai lontani da tempo dall’opposizione, che è stata tanto forte per la mia generazione, nel clima delle neoavanguardie, tra narrativa realistica e narrativa antirealistica, tra modelli “ottocenteschi” e modelli “novecenteschi” (modernisti o avanguardistici che siano), tra romanzo tradizionale e romanzo sperimentale, tra romanzo…... read more →
Ott 22

Ilaria Crotti – Wunderkammern. Il novecento di Comisso e Parise

di Simone Gatto La distanza generazionale che separa il vicentino Parise dal trevigiano Comisso è la precondizione minima necessaria all’articolarsi di un frammento specifico della recente tradizione letteraria in quelle peculiari forme che le ben note indicazioni dionisottiane hanno consentito di ascrivere sotto le insegne di una irrecusabile dimensione regionale.…... read more →