Lug 12

La lampada

Nel capitolo intitolato “ La Lampada” viene fuori tutta la gelosia e il risentimento che Vita aveva maturato nei confronti di Lena e che aveva sempre mascherato dietro un’apparente indifferenza. Anche se non viene detto esplicitamente, il lettore intuisce che Vita è molto gelosa perché è ancora una ragazzina di soltanto dodici anni, Lena invece è una donna. Vita sa perfettamente che la lampada che tiene sempre accanto a sé, potrebbe cadere sul letto e bruciare Lena ed è proprio quello che desidera e che accade alla fine dell’episodio. Infatti: “la lampada è caduta sulla coperta. Lena si è accesa come una torcia” (pag. 156).

Anche in questo capitolo gli oggetti rivestono una grande importanza; esso è, infatti, incentrato su un oggetto semplice e banale come una lampada che, però, segna un momento importante all’interno del romanzo, quello della morte di Lena. Dal punto di vista formale, si nota un linguaggio semplice ed uno stile asciutto.

Come in tutto il resto del romanzo, la scrittrice usa prevalentemente frasi brevi, la paratassi ed ha una costante attenzione per i particolari fisici: l’odore di Lena che sa di aceto e di mare, i capelli color miele, il sorriso mentre dorme, un chiarore freddo e blu intorno alla fiamma della lampada, Vita che con gli occhi sgranati fissa lo stoppino che galleggia nell’alcol e il buio di tutta la stanza.

About The Author